DOMENICA 8 GIUGNO

Ore 11:00-15:00 LABORATORIO SU ISCRIZIONE | SHE-BARI: UKE-TORI E LA DANZA DELLA RECIPROCITÀ 

Condotto da Rachele Costa aka Alchimia

Shibari è un verbo giapponese. Significa “legare”. She-bari ne è l’evoluzione, da un punto di vista femminile. Il laboratorio si svilupperà in tre direzioni: la tecnica, la comunicazione non verbale e la relazione, con l’obiettivo di introdurre la conoscenza e l’utilizzo delle corde all’interno
di una dinamica di reciprocità. Partendo da semplici e
sercizi che coinvolgeranno corpo fisco ed emozionale, andremo a esplorare il linguaggio della relazione attiva/passiva. In una danza dell’ascolto e dell’attenzione, le corde diventeranno espressione della nostra volontà.

Ore 11:00 – 14:00 LABORATORIO SU ISCRIZIONE | SADOMASO PER PRINCIPIANTI (II°parte)

Condotto da Nita e Leela

Sadomaso: gioco dei ruoli e del potere o incurabile parafilia? Laboratorio teorico, pratico e creativo di liberazione del desiderio. Il workshop si svilupperà in due giorni. In entrambe le giornate si alterneranno, momenti di discussione e confronto sugli aspetti storici, politici e sociali del BDSM e momenti di gioco e sperimentazione diretta. Si raccomanda di portare fantasie perverse e voglia di giocare. Il laboratorio è aperto alle persone maggiorenni. Condotto da Nita e Leela: attiviste e buffone queer.
[max 20 partecipanti – Euro 10,00 – aperto a* over 18]

Ore 12:30 – 16:00 LABORATORIO SU ISCRIZIONE |BALDRACCA BALDORIA – LABORATORIO DI GIOCO

[max 25/30 partecipanti – Euro 20,00 per 2 giorni – aperto a* over 18]

Condotto da Associazione Liscìa

La lussuria delle risate orgiastiche e l’audacia del prendersi gioco di sé e anche di loro. Anime oscenamente candide se avete più di 14 anni candidatevi al laboratorio di gioco.
[min 10 – sottoscrizione a partire da Euro 5 – aperto a* over 14]

Ore 13:00-14:00 GUESS WHO IS ZEBRA – Natura Contro Natura

a cura di Elena Cleonice Fecit e Francesca Tonelli

Animals/Music Recording

Ore 15:00 – 18:00 LABORATORIO SU ISCRIZIONE | SEX & SPACE – Choreographing the Scene

Condotto da David Bloom

A dance workshop on sexuality and performance | Laboratorio di danza sulla sessualità
In questo laboratorio, David unisce il proprio background professionale come danzatore, coreografo e insegnante, e la sua esperienza in pratiche sessuali consapevoli, per gettare un ponte tra ciò che è arte e ciò che è personale. A partire dagli strumenti usati per creare il film Quintet – a choreopornographic experiment, si lavorerà sia individualmente sia in gruppo, in esercizi di improvvisazione, per espandere la consapevolezza e la capacità di percepire le relazioni spaziali e temporali. Successivamente, verranno introdotti elementi provenienti dal BDSM e dal rituale tantrico, come elementi della composizione e della performance. Le attività e la scena che creeremo saranno negoziate, per rispondere ai desideri personali e a criteri estetici e artistici.
[In lingua inglese – Offerta libera min 10 Euro – aperto a tutt*]

Ore 15:00 – 18:00 LABORATORIO SU ISCRIZIONE |VIDEOPUTAS

Condotto da Rosario Gallardo

Poter disporre dei nostri strumenti erotici come mezzo di sostentamento è un diritto così come lo è godere del proprio potenziale erotico dentro e fuori dal mercato economico. Realizzeremo un video pubblico che sarà immesso in rete, l’esperienza darà ai partecipanti modo di contattare e confrontarsi con la propria puttana interiore e con le sue catene. La mercificazione sessuale è un enorme tabù nel quale si cela profondamente la persecuzione della lussuria.
[Euro 10,00 – aperto a tutt*]

Ore 15:00 – 18:00 LABORATORIO SU ISCRIZIONE | LABORATORIO TEORICO SULL’EIACULAZIONE FEMMINILE

a cura di Valentine aka Fluida Wolf

L’ormai celebre laboratorio sull’eiaculazione femminile ideato da Diana J. Torres aka Pornoterrorista sbarca anche in Italia nella sua ultima e aggiornata versione. Il workshop sull’eiaculazione é uno strumento informativo e di ricostruzione collettiva e condivisione dei saperi inerenti i nostri corpi e la nostra sessualità. La medicina moderna, la chiesa e le società patriarcali in cui viviamo si sono occupate di nasconderci informazioni molto rilevanti per le nostre vite: anche noi abbiamo la prostata ed eiaculiamo. Vieni a scatenare il tuo tsunami interiore!
[min 5 partecipanti –sottoscrizione a partire da Euro 4,00 interamente a sostegno ladyfest – aperto a tutt*]

Ore 15:00 – 18:00 LABORATORIO SU ISCRIZIONE | L’ORGASMO DEGLI OCCHI

Condotto da Benazir, collettivo femminista Verona

Sinestesie acquatiche. La tua clitoride nella mia bocca profuma di sigaro. Le mie mani tra le tue scapole, pomodorini sugli scogli. La tua vagina sul mio piede è come un’onda di risacca. Scivola la sua lingua su plastica turgida. Protesi clitoridee, eccitazioni vegetali e occhi trasparenti stimoleranno esperienze visive e corporee tra proiezioni e racconti.
[max 25 persone – 5 euro – aperto a tutt*]

 Ore 15:00-16:30 LABORATORIO APERTO | HOW HOLLA BACK: MI MOLESTI? TI RISPONDO

Condotto da Hollaback Italia

L’obiettivo del workshop è di smontare la percezione di sè come vittime e attivare le nostre capacità di risposta alle molestie. Hollaback significa appunto “rispondere”, “controbattere” o meglio ancora “rispondere per le rime”. Durante il workshop si prenderà spunto da alcuni video di Hollaback e di attiviste che hanno lavorato su come smontare gli stereotipi sessisti alla base delle molestie e reagire a quest’ultime.

Ore 16:30 – 18:00 PRESENTAZIONE | “Irriverenti e libere. Femminismi nel nuovo millennio”

Chi sono e come sono le femministe di oggi? Quali sono le loro pratiche e pensieri, desideri e passioni? Ne discuteremo con Barbara Bonomi Romagnoli, autrice di “Irriverenti e libere. Femminismi nel nuovo millennio” (Editori Internazionali Riuniti, 2014). Dialogano con l’autrice: Lorella Zanardo, collettivo Ambrosia, Eleonora Cirant, Chiara Martucci e Stefania Prandi.

Ore 17:00 – 19:00 LADYFEST POETRY SLAM (1st edition) – “Il corpo, il senso”

Di MC Annelisa Addolorato. Dj Set a cura di Medhine

Gara poetico-performativa. Ogni slammers ha a disposizione per ogni manche 3 minuti in cui leggere/performare o anche improvvisare. Valgono solo testi di chi è in gara. Una giuria estratta a sorte decide le sorti di chi vince. La Ladyfest Poetry Slam ha un titolo e un tema: “Il corpo, il senso”.
[Verranno selezionat* un massimo di 9 slammers]

Ore 17:00-21:00 LABORATORIO APERTO | ARAZZO DESIDERANTE. SERPICA NARO SMACCHINA DURO ALLA LADYFEST

Condotto da Serpica Naro

Durante la Ladyfest Serpica Naro allestirà un laboratorio aperto: un fucina di trame e desideri, ma anche una mappatura dei passaggi, delle soggettività e singolarità desideranti. Venite con una foto un simbolo o un pattern che vi rappresenta e li metteremo nella magica macchina della maglieria di Serpica Naro; cuciremo tutti i piccoli autoritratti per comporre un grande arazzo, una mappa dalla Ladyfest Milano 2014. Se volete aiutarci a comporre l’arazzo seguite le istruzioni sul sito

Ore 18:00 – 19:30 SpeeDebate | L’AMORE AI TEMPI DELLO TSUNAMI: INTIMITÀ, SESSUALITÀ, RELAZIONI E RETI AFFETTIVE DEI NOSTRI GIORNI. 

Da tempo è in atto uno tsunami che travolge i modelli tradizionali di coppia, sessualità e ruoli di genere. Quali sono e come funzionano le nuove forme di amore e intimità? Come possiamo dare visibilità e tradurre in rivendicazione politica le nostre pratiche e i nostri desideri non conformi? Ne parleremo mettendo a confronto esperienze e punti di vista, a partire dalle suggestioni del volume L’amore ai tempi dello Tsunami. Affetti, sessualità e modelli di genere in mutamento (OmbreCorte, 2014).  Partecipano: Alessia Acquistapace (Laboratorio Smaschieramenti, Atlantide, Bologna),  Chiara Martucci e Gaia Giuliani (curatrici del libro) e Vera di Santo e Davide Rizzo, della communità poliamorosa milanese.

Ore 18:00 – 19:30 SPETTACOLO TEATRALE | La compagnia della Magaluna presenta: “I RACCONTI DELLA VAGINA”, liberamente ispirato da I monologhi della Vagina, di Eve Ensler

Regia: Francesca Paganini. Con: Nadia Bevilacqua, Domenica Castronuovo, Tiziana Confalonieri, Dalila Fierro, Francesca Iacona, Francesca Paganini, Valeria Pini.

Affrontando questo lavoro mai ci saremmo immaginate che potesse prendere così  la nostra vita, che potesse entrarci così violentemente. Non è un argomento facile, ma una volta che ci entri ne rimani come intrappolato, ops, pardon, intrappolata, conquistata ed arresa. Ed allora la parola vagina inizia a farsi strada dentro di noi, aprendo varchi emozionali dai quali si liberano energie nascoste e che come un fiume in piena, si riversano, attraverso il teatro, fuori, all’esterno dei corpi, verso gli altri e le altre. Perché tutto questo? Perché condividere questa esperienza? “Ciò che non diciamo diventa un segreto, e i segreti spesso creano vergogna, paura e miti. La dico perché un giorno o l’altro vorrei sentirmi a mio agio pronunciandola, e non vergognarmi o sentirmi in colpa…”  (da I monologhi della vagina)

Ore 20:00 – 24:00 PROIEZIONI | SOME PREFER CAKE & DIVERGENTI LOVE LADY FEST

A cura di Elisa Coco e Luki Massa

Proiezioni di cinema lesbico e cinema trans.

“Guerriller@s– di Montse Pujantell, Spagna, 2010, Documentario, 54′

L’approccio alla costruzione del genere e al suo ‘controllo strategico’ dal punto di vista di un gruppo molto eterogeneo di militanti impegnati nelle lotte transgender e transessuali.

“Camp Beaverton” – di Ana Grillo e Beth Nelsen, Stati Uniti 2013, Documentario, 62′

 Nel deserto di Black Rock in Nevada, all’interno della lunare playa di Burning Man, ogni anno prende forma Camp Beaverton, oasi costruita da e per le lesbiche, bisessuali, trans, genderqueer e oltre.

 CORTOMETRAGGI: “Always again”, “Yulia, Sum total”, “Take support”, “Mobile”

Ore 19:00 – 20:00 CONCERTO | NINA MADÙ in duo col BULLO PSICOLOGICO

Nina Madù, con l’aiuto del Bullo Psicologico, semina nuova inquietudine grazie alle sue canzoni surreal-demenziali tratte dal disco ‘‘Hirundo’’ di Nina Madù e le Reliquie Commestibili.

Ore 20:00 – 21:00 SPETTACOLO TEATRALE | MAGNIFICAT

Di Goghi&Goghi – scritto e diretto da Elia Covolan con Mara Pieri musiche originali Puppet/Luca Tiengo

Italia, marzo 2009. Una legge istituisce l’obbligo di indicare sui documenti il proprio orientamento sessuale. La popolazione italiana viene suddivisa in categorie attraverso passaporti e carte d’identità di diverso colore. Chi non si allinea, vola a Lampedusa.

Ore 21:00 – 24:00 S/HE DJ set

Djset electrounicornsynthwavedeeptrap

DJ S/HE: dj/musicista transgender ftm e attivista queer, la sua ricerca si sviluppa nell’ambito della musica elettronica. Resident dj da cinque anni al Mono Bar di Milano ogni sabato con la serata Gender Sux!, ha suonato nelle maggiori città italiane ed estere. E’ spesso dj guest del T Club al Dalston Superstore a Londra e a Berlino all’interno di varie realta’ queer e underground. Ha fatto ed è parte di vari collettivi artisticoqueer milanesi. Collabora mensilmente con il programma L´Altro Martedi di Radio Popolare come ospite con la sua rubrica musicale New Kicks, scrive recensioni musicali per Toh! Magazine e per altre riviste online.

MOSTRA | N-TUPLA (Appunti Personali), 2010-2013

Di Yamada Hanako

Sito web, 9 fotografie con dimensioni variabili secondo l’ambiente. Il titolo rimanda alle discipline informatiche: le tuple sono liste ordinate di elementi matematici che possono essere pensate come una forma di memoria condivisa, proprio come lo è il web, da cui parte delle fotografie è stata tratta. La frase costantemente ripetuta “Noi cerchiamo la bellezza ovunque” è una citazione da una canzone dei Marlene Kuntz, e descrive il compito dell’artista che come un motore di ricerca seleziona e archivia informazioni visive.

MOSTRA | DRAGITYOURSELF

Di DenOise

Before/after se/he he/she… it? Fotografie dal set della serata “Drag it Yourself” @Piano Terra, Milano. 

 

*Per iscriverti ai LABORATORI contattaci: ladyfestmilano@grrlz.net

 

 

This entry was posted in General, PROGRAMMA LADYFEST 2014. Bookmark the permalink.